Sviluppo e commercializzazione dei servizi turistici per il turismo rurale: “Reti e itinerari turistici tematizzati”

Il Bando finanzia interventi necessari all’avviamento e all’operatività di reti di operatori del turismo rurale che prevedano la progettazione di club di prodotto, pacchetti turistici, itinerari tematici e l’elaborazione e gestione di strategie di marketing nei seguenti campi, anche combinati fra loro:

  1. Turismo attivo
  2. Turismo paesaggistico/culturale
  3. Turismo enogastronomico

CHI PUO' PRESENTARE LA DOMANDA?

La domanda di sostegno può essere presentata esclusivamente da una aggregazione composta da un minimo di tre operatori, di cui almeno due microimprese (ad es. Operatori agrituristici, imprenditori della ricezione extra-alberghiera, imprenditori della ristorazione rurale, tour operator, servizi turistici ecc.), così come definite a norma della raccomandazione della Commissione 2003/361/CE, operanti nel comparto del turismo rurale e dei servizi ad esso collegati.

Possono partecipare all’aggregazione anche le istituzioni culturali, associazioni, Enti Locali e i piccoli operatori* del turismo rurale (es. B&B).

Nel caso di operatori agrituristici o fattorie didattiche i richiedenti dovranno risultare iscritti all’albo nella sezione di competenza, come previsto dalla L.R. 11/2015.

L'aggregazione può essere non ancora costituita al momento della domanda. In tal caso, a seguito dell’approvazione della domanda di sostegno, l'aggregazione dovrà essere formalizzata in una delle forme giuridiche previste dal bando entro 30 giorni dalla data di comunicazione dell’atto di concessione al finanziamento del sostegno.

* Reg. (UE) 807/2014, articolo 11, comma 3, fini delle operazioni di cui all’articolo 35, paragrafo 2, lettera c), del regolamento (UE) n. 1305/2013, per «piccolo operatore» si intende una microimpresa a norma della raccomandazione della Commissione 2003/361/CE (1), o una persona fisica non impegnata in un’attività economica al momento della richiesta di finanziamento

QUAL E' L'IMPORTO MASSIMO DI CONTRIBUTO CONCEDIBILE?

Per la realizzazione degli interventi finanziabili sarà concesso un aiuto sotto forma di contributo in conto capitale nella percentuale del 100% della spesa ammessa finanziamento, nel rispetto del regime “de minimis” di cui al Regolamento (UE) n. 1407/2013.

Il contributo massimo concedibile per domanda di sostegno è fissato in € 88.982,70